25 Aprile

La resistenza, la liberazione, la memoria

Screenshot 2015-05-21 10.11.27

Francesco Innamorati


Nato a Foligno nel 1893,di professione tipografo, fu un giovane militante del partito socialista. Nel 1916 fu chiamato alle armi e si congedò dall’esercito nel 1919. Passato al Partito comunista, nel 1921 fu tra gli organizzatori della resistenza all’assalto condotto dagli squadristi perugini a Foligno in occasione della fondazione del fascio cittadino. Per la sua intensa attività antifascista venne più volte arrestato ed anche condannato al confino, prima a Ponza e poi a Ventotene. Riuscì ad espatriare in Francia, ma quando il paese venne occupato dai tedeschi fu rinchiuso in un campo di concentramento. Estradato in Italia nel 1941, fu di nuovo confinato a Ventotene. Dopo l’armistizio del 1943, tornò a Foligno ed iniziò ad organizzare la resistenza che porterà alla costituzione di quella che poi diverrà la IV Brigata Garibaldi di cui sarà il primo commissario politico. Il 4 gennaio 1944, nei pressi di Foligno, mentre si recava in montagna presso i primi nuclei delle formazioni partigiane locali, venne travolto e ucciso da un automezzo militare tedesco. La IV Brigata Garibaldi, in suo onore, assunse il nome di Brigata Francesco Innamorati

admin • 19 maggio 2015


Previous Post

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *